ACAD

-Associazione Contro gli Abusi in Divisa – ONLUS –

Dona il tuo 5x100

Anche quest'anno, donando il tuo 5x1000 sostieni l’Associazione Contro gli Abusi in Divisa. Da anni ACAD affronta il tema dei soprusi commessi dalle forze dell’ordine, offrendo supporto immediato alle richieste di aiuto (siamo in contatto con oltre trenta famiglie e vittime dirette sopravvissute), rispondendo al numero verde 800 58 86 05 24 ore su 24, svolgendo controinformazione e seguendo direttamente una ventina di processi in corso.

PARTECIPA

scopri come sostenere e partecipare alle attività della nostra associazione

Perchè Non accada mai più!

img

800588605 è il numero verde da utilizzare SOLO PER EMERGENZE (pericolo immediato)

approfondimenti

Aggiornamento Processo Santa Maria Capua Vetere

Si è tenuto ieri, 3 febbraio 2022, il seguito dell’udienza preliminare davanti al Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per il processo a carico di dirigenti del Dap e Agenti della Polizia penitenziaria per le violenze avvenute in carcere nell’aprile del 2020.
Dopo numerose udienze, il Giudice ha sciolto la riserva in relazione all’ammissione delle parti civili, detenuti ed enti che ne hanno fatto richiesta.
Con un lungo provvedimento, Acad, insieme ad altre associazioni, è stata ammessa come parte civile nel processo per poter affiancare e sostenere le difese dei detenuti in un processo che sarà certamente lungo e complesso.

Aggiornamento Processo Traore

Si è tenuta venerdì scorso a Palmi una nuova udienza del processo per la morte di Sekine Traorè, ucciso da un colpo di pistola sparato da un carabiniere nella tendopoli di San Ferdiando l’8 giugno 2016 .
Nell’udienza è stato ascoltato come testimone l’ultimo poliziotto intervenuto quel giorno.
Il processo è stato poi rinviato al 27 aprile, ore 14.00, per l’esame dei due medici legali che hanno effettuato l’autopsia e dell’imputato

Aggiornamento processo Santa Maria Capua Vetere

Si è svolta ieri nell’ aula bunker del carcere di Santa Maria Capua Vetere il prosieguo dell’udienza preliminare per le violenze ai danni dei detenuti avvenute durante il lockdown 2020.
Altre persone offese hanno depositato nuove costituzioni di parte civile e sono emersi i primi contrasti sulle legittimazioni delle associazioni in difesa dei diritti civili come ACAD ad essere presenti nel processo.
Il Gip ha ribadito la riserva e rinviato la decisione sulla legittimazione delle costituzioni di parte civile delle persone offese alla prossima udienza fissata per il 25 gennaio 2022.