Presentazione VLAD ad Alessandria

“VLAD – Vademecum Legale contro gli Abusi in Divisa” arriva ad Alessandria.
Alterego – Fabbrica dei diritti e ACAD Associazione Contro gli Abusi in Divisa – Onlus presenteranno VLAD al Laboratorio Sociale Alessandria.
Il Vademecum, opera redatta al fine di informare tutte e tutti dei propri diritti quando incontrano lo Stato e chi lo rappresenta, è un’opera che nasce dal basso e al basso vuole tornare, diretta a chi ogni giorno si batte per i propri diritti e per quelli di chi subisce l’autoritarismo repressivo di questa società.

Venerdì 21 dicembre 2018

Apertura porte ore 19,00
-con aperitivo a buffet
Inizio presentazione ore 21,00

Presso il Laboratorio Sociale Alessandria
Via Piave 63
15121 Alessandria

Ingresso GRATUITO

www.labsociale.it

Posted in Eventi | Tagged , | Leave a comment

In Piazza Per Riky / Giornata mondiale per i diritti umani

10 dicembre 2018
Giornata mondiale per i diritti umani
A Firenze In piazza per Riky

Dalle ore 18:30 in piazza Santo Spirito.
Interventi, proiezioni, letture.

La famiglia e gli amici del Maghero
ACAD (Associazione Contro gli Abusi in Divisa –onlus)

Riccardo Magherini è morto chiedendo AIUTO e urlando “Sto morendo!” mentre era
bloccato a terra da 4 carabinieri, nel cuore di Firenze, in Borgo San Frediano il 3 marzo 2014. Riccardo è stato preso a calci dai Carabinieri mentre era a terra e in manette.
Riccardo era confuso, in quel periodo aveva attacchi di panico ed era in difficoltà, ma la sua morte è stata causata da quelli che lui stesso pensava fossero accorsi per aiutarlo.
Dopo i due gradi di processo in cui i carabinieri sono stati ritenuti colpevoli della morte di Riky, gli stessi sono stati assolti in Cassazione perché il “fatto non costituisce reato” come se fosse normale praticare un fermo a terra in quel modo, torturando con un ginocchio sopra il collo di Riccardo, mentre lui grida che sta per morire e poi soffoca.
TUTTI ASSOLTI: per la giustizia italiana è finita qui.
TUTTI ASSOLTI.
Riccardo è morto da solo.
Nel nostro paese soffocare un uomo che chiedeva aiuto “non costituisce reato”.
Prendere a calci un uomo immobilizzato a terra “non costituisce reato”, picchiarlo ripetutamente come hanno riferito ben 14 testimoni “non costituisce reato”.
Intimidire testimoni nel cuore della notte “non costituisce reato”.
Insabbiare e depistare le indagini fin dai primi momenti “non costituisce reato”.
Il video terribile che documenta la morte di Riccardo stretto al suolo mentre urla invano pensando a suo figlio non è prova di reato.
Tutto questo è inaccettabile!
La famiglia di Riccardo ora vuole ricorrere alla Corte Europea dei dirittti umani di Strasburgo. Soteniamo tutti uniti questa battaglia perché I Diritti Umani sono di tutti e tutte, e a tutti e tutte chiediamo di unirsi e partecipare perché la giornata mondiale dei diritti umani sia anche e soprattutto un momento per ricordare Riky e la vergogna infinita di questa assoluzione.
Perché Riccardo non sia simbolo di ingiustizia ma di una giustizia sociale riscritta dalla forza popolare…fino a Strasburgo e oltre!
Raccontiamo la storia di Riccardo! Raccontiamo e ribaltiamo questa ingiustizia!
I ♥ Riky

Posted in Eventi | Tagged , | Leave a comment

Cucchi, Magherini… Basta abusi in divisa!

Posted in Eventi | Tagged , , | Leave a comment

Presentazione VLAD in Val di Susa

VLAD – Vademecum Legale contro gli Abusi in Divisa incontra i No-Tav. Alterego – Fabbrica dei Diritti e Acad – Associazione Contro gli Abusi in Divisa, presenteranno VLAD in Val di Susa, da sempre principale luogo di resistenza e di lotta alla repressione di Stato. Il Vademecum, opera redatta al fine di informare tutte e tutti dei propri diritti quando incontrano lo Stato e chi lo rappresenta, è un’opera che nasce dal basso e al basso vuole tornare, diretta a chi ogni giorno si batte per i propri diritti e per quelli di chi subisce l’autoritarismo repressivo di questa società.
Vi aspettiamo numerosi.
Sabato 22 dicembre 2018 alle ore 18:00
Taverna Tortuga – ex Cotonificio
Frazione Vernetto 18q, Chianocco

Posted in Eventi | Tagged , | Leave a comment

Alexis 15 anni per sempre

ALEXIS 15 ANNI PER SEMPRE
10 anni senza di te

06.12.2008 – Intorno alle ore 21 un poliziotto, durante un pattugliamento nel quartiere universitario di Exarchia ad Atene, spara a uno studente di quindici anni al petto uccidendolo, Alexandros Andréas Grigoropoulos, 15 anni.

Alexis mentre era con alcuni suoi coetanei in una piazzetta fu assassinato a freddo da un agente dei reparti speciali della Polizia. Epaminondas Korkoneas scese dall’auto, si avvicinò con calma al gruppetto di ragazzi e ragazze con cui poco prima aveva avuto un adiverbio, prese la mira e sparò. Poi, con tutta calma, tornò verso la sua auto e ripartì. Dalla radio diffuse una versione di comodo: la pattuglia era stata attaccata con dei sassi e delle bottiglie da un gruppo di estremisti e, per difendersi, era stato costretto a sparare in aria, ma un colpo accidentale aveva preso Alexis Grigoropoulos e lo aveva ucciso.
Se non fosse stato per le riprese realizzate da un abitante del quartiere col suo telefonino, sarebbe stata quella la versione ufficiale, e la parola, la testimonianza dei compagni che erano con l’adolescente al momento dell’esecuzione a nulla sarebbe valsa contro la versione di due agenti in divisa.

Un video reso pubblico il giorno seguente mostra che l’omicidio non è avvenuto nel corso di scontri, che il giovane ucciso non stava prendendo parte ad alcuna rivolta e che gli assassini hanno sparato intenzionalmente e senza apparente motivo come riportato in molte testimonianze dirette. Secondo le dichiarazioni degli amici e dei familiari il giovane studente si stava recando ad una festa presso degli amici.

ALEXIS NESSUNO TI DIMENTICHERA’ MAI! NESSUNO LI PERDONERA’ MAI!

Posted in Comunicati | Tagged , | Leave a comment

EDO VIVE CON NOI

Non sono ancora passati 7 mesi dalla morte di Carlo Giuliani, quando il destino con similitudini inquietanti nuovamente si accanisce contro una giovane vita.
Edo era legato a Carlo da una profonda amicizia.
Il 2 febbraio 2002 parte per la Svizzera per partecipare alla manifestazione contro il forum economico mondiale di Zurigo.
Ha programmato di raggiungere il giorno successivo i suoi fratelli di Gradinata a Como, dove il Genoa giocherà in trasferta.
La sera dopo la manifestazione Edo è ospite di un amico di Lugano. Non si sente bene e colto da una stanchezza anomala, gli comunica l’intenzione di andare a dormire.
Il mattino dopo non si risveglierà.
La versione ufficiale del decesso sarà un’infezione cardiaca al miocardio.
I suoi cari e i suoi amici da allora si portano dietro il sospetto che quella morte sia riconducibile agli effetti di sostanze chimiche utilizzate dalla polizia svizzera contro i manifestanti, e a cui Edo potrebbe essere stato esposto.
Il caso fu archiviato dagli inquirenti molto velocemente.
Sabato 15 Dicembre ascolteremo dalla voce dei suoi famigliari il racconto di quella tragica vicenda… Per non dimenticare.

Posted in Eventi | Tagged | Leave a comment